martedì 7 agosto 2018

Il "dio" denaro e l'inaccettabile condizione di troppi nostri fratelli schiavizzati

Inaccettabile!
Una vergogna fin troppo a lungo durata!
Confidiamo nell'azione del nuovo Governo e del Ministro dell'Interno in particolare anche ci rendiamo subito conto che sarà assai difficile scardinare quel tipo di "sistema".

Caporalato. Due euro l’ora. E nei campi anche i bambini
di Antonio Maria Mira

Viaggio nella disperazione del Casertano. I rom bulgari (regolari) pagati 2 euro all’ora, i minori appena 1. 
L’impegno della Chiesa: servizio mensa con la Caritas

Sono le 4.45, ed è ancora buio a Mondragone. 
Eppure in via Razzino, sotto quattro palazzoni rossicci c’è già un gran movimento. 
Centinaia di persone, soprattutto donne, alcune molto giovani, sono sedute a gruppetti sul bordo del marciapiede. Hanno zainetti e borsoni. 
Ogni tanto si ferma un pullmino o un furgone. 
Salgono e via. Uno, due, dieci, venti e più volte. 
È il mercato delle braccia. 
Braccia bulgare. 

mercoledì 1 agosto 2018

Civitanova Marche: Festa del Perdono di Assisi nella chiesa della Madonna degli Angeli ( o dei Lumi)

Giovedì 2 agosto 2018 ore 21Civitanova Marche ( Città Alta) zona inustriale B (vicino Falc) Chiesa della Madonna degli Angeli ( detta anche dei Lumi) Santa Messa Cantata in rito antico nella Festa del Perdono di Assisi.
Indulgenza Plenaria.

IL " PERDONO DI ASSISI "
"Voglio mandare tutti in paradiso". 
La richiesta a di N.S.G.C. di San Francesco. si veda qui sul Perdono di Assisi.
Quella notte in cui Cristo apparve a san Francesco che pregava in Porziuncola. All'origine della «Festa del Perdono»

sabato 28 luglio 2018

Rimini. Successo della "processione riparatrice"

Gli atti devozionali  esprimono la Fede di sempre e  parlano direttamente al Cuore Misericordioso di Gesù.
Tante storie locali antiche e moderne raccontano che il Signore, per l'intercessione o della Madonna Santissima o dei Santi venerati in quei luoghi,  ha concesso "grazie su grazie" a delle  Comunità che avevano espresso degli atti di profonda e pubblica devozione.
La prima grazia è la conversione necessaria alla salvezza dell'anima.
Otteneteci o Signore Onnipotente la grazia di una fede viva, che non abbia timore di palesarsi apertamente nella sua integrità e nelle sue manifestazioni, e dare all’occorrenza anche il sangue e la vita anzichè venir meno giammai. lmpetrateci vero attaccamento alla nostra Santa Madre Chiesa, fate che ci teniamo sinceramente e sempre strettamente uniti al Romano Pontefice, l’erede della vostra fede, della vostra autorità, unico vero Capo visibile della Chiesa Cattolica, che è quell’arca misteriosa fuori della quale non v’è salvezza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Domani Domenica 28 luglio 2018 a Imola la Santa Messa di Riparazione organizzata dalla Diocesi di Imola ( leggere QUI )

A Rimini 'processione riparatrice' contro Summer Pride. Quattrocento persone sfilano e pregano in centro

Rimini, 28 luglio 2018 
Circa 400 persone hanno sfilato lungo le vie del centro storico di Rimini - dalla Chiesa di San Gaudenzo in Piazza Mazzini fino alla Chiesa del Suffragio in Piazza Ferrari - per la 'processione di riparazione pubblica', indetta dal comitato cattolico tradizionalista 'Beata Giovanna Scopelli' di Reggio Emilia in occasione del 'Summer Pride', manifestazione dell'orgoglio Lgbt in programma nel tardo pomeriggio sul Lungomare di Rimini. 
Davanti alla chiesa dedicata al patrono cittadino - attorniati discretamente dalle forze dell'ordine che li hanno scortati lungo il cammino - i partecipanti si sono raccolti in preghiera prima di muoversi per le strade recitando le Litanie dei Santi. A comporre il drappello, fedeli giunti da Parma, Reggio Emilia, Forlì, Ravenna e Modena, oltre ai 'padroni di casa' riminesi. 
Molte le famiglie con bambini e passeggini, in diversi hanno

mercoledì 25 luglio 2018

Είμαστε όλοι Έλληνες! Siamo tutti Greci!

Preghiamo per i nostri fratelli Greci soprattutto per le famiglie che hanno perso i loro cari a causa del terribile incendio, sembra essere di origini dolose, che ha devastato ampie zone della Grecia uccidento in modo atroce tante persone.
Preghiamo per i nostri fratelli Greci che non hanno più una casa!
Di fronte ad una tale tragedia inaudita dobbiamo pregare!

Είμαστε όλοι Έλληνες! Είμαστε κοντά στους Έλληνες αδελφούς, με προσευχή, με αγάπη και ενθάρρυνση! 

domenica 22 luglio 2018

Messa in latino: importante novità





Messa in latino: importante novità


Nasce a Cagliari la seconda parrocchia personale per la forma extra-ordinaria del rito romano
La Diocesi di Cagliari ha comunicato l'istituzione nel capoluogo di una parrocchia personale per i fedeli che seguono la cosiddetta forma straordinaria del rito romano. 
E' il secondo caso in Italia dopo quello romano della Ss.

lunedì 16 luglio 2018

Perdita del sacro nelle chiese e nell'animo “Togliete le messe dalle chiese e i diavoli balleranno sugli altari”

Quando le chiese, elevate e consacrate alla sola gloria di Dio, diventano una zavorra da trattare come "chiese dismesse" oppure oggetti di vendite pregiudicate al mercato edilizio.
"Chiedilo a loro": ai cristiani perseguitati del Medio Oriente che hanno subito restaurato le chiese profanate dalle belve dell'ISIS. (v.foto sotto)
"Chiedilo  a loro": agli eroici Vescovi e preti mediorientali che avvertono: «Le nostre sofferenze di oggi sono il preludio di quelle che subirete anche voi europei e cristiani occidentali nel prossimo futuro». ( Cfr.S.E. Mons. Amel Nona, l’arcivescovo caldeo di Mosul; QUI
"Chiedilo  a loro": ai  terremotati del Centro Italia che a due anni dal sisma di agosto e di ottobre 2016 stanno chiedendo ad alta voce il restauro delle loro chiese. Le chiese chiuse frantumano l'identità spirituale e devozionale soprattutto delle piccole comunità di montagna. Tanti capolavori di fede e di arte che si perderanno inevitabilmente nell'oblio del tempo perchè vige la speciosa motivazione utilitaristica che l'esiguità della popolazione rimasta (dopo l'ampissima migrazione nella carestosa zona costiera) non "giustifica"  il restauro delle  chiese montane.
"Chiedilo  a loro" ai tantissimi fedeli  che supplicano le Parrocchie e le Curie di non chiudere le chiese dei centri storici ( anche se sono prevalentemente abitati ormai dagli stranieri).
"Chiedilo  a loro": a quelli che  che hanno avuto un brivido di orrore nel leggere le recenti dichiarazioni del vescovo emerito di Caserta Monsignor Raffaele Nogaro approdate anche all'estero:  "Moralmente e da uomo di fede sarei pronto a trasformare tutte le chiese in moschee se fosse utile alla causa e se consentisse di salvare la vita di uomini e donne, poveri e infelici". Non riusciamo a capire il nesso fra la profanazione di una chiesa "trasformata" in luogo di culto per una una falsa religione e l'aiuto ai poveri e agli infelici! 
"Uomini di chiesa" capaci di proclamare solo stessi e le proprie idee. 
 "Parole, parole, parole, parole parole soltanto parole, parole tra noi" e, come si dice in gergo popolare, "siamo fritti"! 
Forse qualcuno negli uffici economici della CEI "sogna" di acquistare delle chiese in plastica, magari tecnocolor, da montare e smontare facilmente  seconda la bisogna?




" Una perdita del sacro che stanno vivendo le chiese perché se i preti se la spassano celebrando messa in acqua, le chiese nel frattempo stanno chiudendo a ritmi vertiginosi. Chiuse per disuso, per terremoto, per mancanza di fedeli. Chiuse per crisi di “iniziative pastorali”. 
Quante belle scuse le gerarchie si inventano per rispondere ad un fenomeno che sta diventando endemico. 

mercoledì 11 luglio 2018

Don Davide Pagliarani eletto Superiore Generale della Fraternità Sacerdotale San Pio X (FSSPX)


M. l'abbé David PAGLIARANI é le 
Supérieur Général de la FSSPX le 11 juillet 2018
Le 11 juillet 2018, le 4e Chapitre général de la Fraternité Sacerdotale Saint-Pie X qui se tient jusqu’au 21 juillet au Séminaire Saint-Pie X d’Ecône (Suisse), a élu l’abbé Davide Pagliarani Supérieur général pour 12 ans.
De nationalité italienne, le nouveau Supérieur général est âgé de 47 ans. 
Il a reçu le sacrement de l’Ordre des mains de Mgr Bernard Fellay, en 1996. 
Il a exercé son apostolat à Rimini (Italie), puis à Singapour, avant d’être nommé supérieur du district d’Italie. Depuis 2012, il était directeur du Séminaire Notre-Dame Co-rédemptrice de La Reja (Argentine).
Après avoir accepté sa charge, l’élu a prononcé la Profession de foi et le Serment antimoderniste. 
Chacun des membres présents est allé ensuite lui promettre respect et obéissance, avant le chant du Te Deum en action de grâces.
Les 41 capitulants procéderont demain à l’élection des deux Assistants généraux, pour un même mandat de 12 ans.
Ecône, le 11 juillet 2018
La Porte Latine du 11 juillet 2018