lunedì 20 agosto 2018

Marina Nalesso conduce con il Rosario al collo: la premiata ditta Atei & giacobini strepita per il delitto di lesa laicità.

IL CASO RAI

Un Rosario al collo svela il delitto di lesa laicità

di Rino Cammileri

La giornalista Rai Marina Nalesso conduce con il Rosario al collo. E la premiata ditta Atei & giacobini strepita per il delitto di lesa laicità. Forza Marina: non ti curar di lor ma guarda e passa. 
Sappi che se ti fossi messa il chador quei «laici» avrebbero difeso a spada tratta il tuo diritto a manifestare il tuo credo religioso.

Vien voglia di cantare la fortunatissima canzoncina di Rocco Granata: «Marina, Marina, Marina, ti voglio al più presto sposar’…». 
Sì, perché Marina Nalesso, giornalista del Tg1, si permette nell’edizione pomeridiana di andare in video a dire le notizie indossando, su un tailleur grigio tortora, non una collana qualsiasi ma un pregiato rosario da cui pende un piccolo crocifisso. 
Figuratevi quelli dell’Unione Atei etc. 
Col loro strepito hanno ottenuto di far convergere l’attenzione pubblica su quel crocifisso. 
Neanche al papa era mai riuscito.

Eh, ragazzi, la pubblicità è l’anima del commercio.

domenica 19 agosto 2018

Cristiani (ex musulmani) " inquientante che il Papa individua nell'Islam un alleato nella battaglia che sta conducendo contro le potenze che cercano di asservire il mondo”


Cerchiamo di dimenticare in fretta la frase (v.sotto) "Abbiamo cercato di contattarla, ma non abbiamo mai ricevuto il minimo messaggio di avvenuta ricezione delle nostre lettere - indirizzate al Papa N.d.R.-”, esordisce la missiva sottoscritta da oltre 1.700 persone" edificandoci invece con le immagini arrivate due giorni fa da Marmarita, in Siria. È un famoso villaggio cristiano vicino a Homs e che venne assaltato dall'Isis, che uccise e ferì molti cristiani. Ora per le strade ci sono queste ragazze cristiane che festeggiano la festa dell'Assunzione. Se avessero vinto i jihadisti, se i cristiani di Marmarita fossero caduti come è successo agli assiri nel Khabour, al loro posto ci sarebbero oggi burqa, frustate, crocifissioni e donne come animali in gabbia.

Vaticano, contro Papa Francesco gli ex musulmani convertiti: "Corano, Allah e islam, perché sbaglia tutto"


Contro Papa Francesco si schierano anche i musulmani convertiti al cattolicesimo. 
Lo fanno con una lettera in cui spiegano come la loro scelta, la loro conversione, vacilli di fronte all'insegnamento del Pontefice sull'islam, considerato troppo debole e incapace di definire la religione di Allah per quello che "non può che

Renato Mannheimer: la maggioranza degli italiani NON ha ben accolto la copertina di Famiglia Cristiana contro Salvini

La "normalità" cattolica sta riscoprendo la propria identità di fede e in Italia anche la propria identità nazionale.
Nonostante gli oracoli televisivi e giornalistici dell’alfabeto ideologico, simbolico e sentimentale della globalizzazione selvaggia i cattolici, in silenzio, si stanno orientando...

Renato Mannheimer: “Tra i cattolici 
aumenta il consenso a Matteo Salvini”
di Michele M. Ippolito

“L’ Italia non è Paese razzista, ma il 50 percento degli intervistati dice no all’immigrazione.”
Lo afferma in questa intervista che ci ha rilasciato, il noto sondaggista, professor Renato Manneheimer.

Professore, dopo alcuni recenti episodi di cronaca, è possibile per l’Italia, parlare di nazione razzista secondo le sue rilevazioni?

“No, lo escludo. L’ Italia non è razzista. La stampa ha riportato, come era suo dovere, alcuni episodi dai quali si potrebbe arrivare a queste conclusioni, ma non è così,

martedì 7 agosto 2018

Il "dio" denaro e l'inaccettabile condizione di troppi nostri fratelli schiavizzati

Inaccettabile!
Una vergogna fin troppo a lungo durata!
Confidiamo nell'azione del nuovo Governo e del Ministro dell'Interno in particolare anche ci rendiamo subito conto che sarà assai difficile scardinare quel tipo di "sistema".

Caporalato. Due euro l’ora. E nei campi anche i bambini
di Antonio Maria Mira

Viaggio nella disperazione del Casertano. I rom bulgari (regolari) pagati 2 euro all’ora, i minori appena 1. 
L’impegno della Chiesa: servizio mensa con la Caritas

Sono le 4.45, ed è ancora buio a Mondragone. 
Eppure in via Razzino, sotto quattro palazzoni rossicci c’è già un gran movimento. 
Centinaia di persone, soprattutto donne, alcune molto giovani, sono sedute a gruppetti sul bordo del marciapiede. Hanno zainetti e borsoni. 
Ogni tanto si ferma un pullmino o un furgone. 
Salgono e via. Uno, due, dieci, venti e più volte. 
È il mercato delle braccia. 
Braccia bulgare. 

mercoledì 1 agosto 2018

Civitanova Marche: Festa del Perdono di Assisi nella chiesa della Madonna degli Angeli ( o dei Lumi)

Giovedì 2 agosto 2018 ore 21Civitanova Marche ( Città Alta) zona inustriale B (vicino Falc) Chiesa della Madonna degli Angeli ( detta anche dei Lumi) Santa Messa Cantata in rito antico nella Festa del Perdono di Assisi.
Indulgenza Plenaria.

IL " PERDONO DI ASSISI "
"Voglio mandare tutti in paradiso". 
La richiesta a di N.S.G.C. di San Francesco. si veda qui sul Perdono di Assisi.
Quella notte in cui Cristo apparve a san Francesco che pregava in Porziuncola. All'origine della «Festa del Perdono»

sabato 28 luglio 2018

Rimini. Successo della "processione riparatrice"

Gli atti devozionali  esprimono la Fede di sempre e  parlano direttamente al Cuore Misericordioso di Gesù.
Tante storie locali antiche e moderne raccontano che il Signore, per l'intercessione o della Madonna Santissima o dei Santi venerati in quei luoghi,  ha concesso "grazie su grazie" a delle  Comunità che avevano espresso degli atti di profonda e pubblica devozione.
La prima grazia è la conversione necessaria alla salvezza dell'anima.
Otteneteci o Signore Onnipotente la grazia di una fede viva, che non abbia timore di palesarsi apertamente nella sua integrità e nelle sue manifestazioni, e dare all’occorrenza anche il sangue e la vita anzichè venir meno giammai. lmpetrateci vero attaccamento alla nostra Santa Madre Chiesa, fate che ci teniamo sinceramente e sempre strettamente uniti al Romano Pontefice, l’erede della vostra fede, della vostra autorità, unico vero Capo visibile della Chiesa Cattolica, che è quell’arca misteriosa fuori della quale non v’è salvezza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Domani Domenica 28 luglio 2018 a Imola la Santa Messa di Riparazione organizzata dalla Diocesi di Imola ( leggere QUI )

A Rimini 'processione riparatrice' contro Summer Pride. Quattrocento persone sfilano e pregano in centro

Rimini, 28 luglio 2018 
Circa 400 persone hanno sfilato lungo le vie del centro storico di Rimini - dalla Chiesa di San Gaudenzo in Piazza Mazzini fino alla Chiesa del Suffragio in Piazza Ferrari - per la 'processione di riparazione pubblica', indetta dal comitato cattolico tradizionalista 'Beata Giovanna Scopelli' di Reggio Emilia in occasione del 'Summer Pride', manifestazione dell'orgoglio Lgbt in programma nel tardo pomeriggio sul Lungomare di Rimini. 
Davanti alla chiesa dedicata al patrono cittadino - attorniati discretamente dalle forze dell'ordine che li hanno scortati lungo il cammino - i partecipanti si sono raccolti in preghiera prima di muoversi per le strade recitando le Litanie dei Santi. A comporre il drappello, fedeli giunti da Parma, Reggio Emilia, Forlì, Ravenna e Modena, oltre ai 'padroni di casa' riminesi. 
Molte le famiglie con bambini e passeggini, in diversi hanno

mercoledì 25 luglio 2018

Είμαστε όλοι Έλληνες! Siamo tutti Greci!

Preghiamo per i nostri fratelli Greci soprattutto per le famiglie che hanno perso i loro cari a causa del terribile incendio, sembra essere di origini dolose, che ha devastato ampie zone della Grecia uccidento in modo atroce tante persone.
Preghiamo per i nostri fratelli Greci che non hanno più una casa!
Di fronte ad una tale tragedia inaudita dobbiamo pregare!

Είμαστε όλοι Έλληνες! Είμαστε κοντά στους Έλληνες αδελφούς, με προσευχή, με αγάπη και ενθάρρυνση!