martedì 30 dicembre 2014

Le pecore cercano di svegliare il dormiente pastore : "l'ovile è aperto!"

 E' bastata una tenue, garbatissima e realistica critica su alcuni aspetti dell'attuale Pontificato scritta da un elegante "signore" del giornalismo italiano il Vaticanista ( con la maiuscola) Vittorio Messori    sul più importante Quotidiano Italiano,  per scatenare le  difese, non richieste,  dei soliti "guardiani della rivoluzione", gli accesi novelli giacobini che con un insolito iper-attivismo stanno monopolizzando , non solo mediaticamente, questo Pontificato " primavera della Chiesa".
Se i nostri consigli fossero, in qualche maniera ritenuti degni di considerazione, potremmo suggerire agli illustri Giornalisti-vaticanisti di astenersi di continuare a fare alcun tipo di commento di stampo cattolico  sull'andamento ecclesiale in questa "primavera della Chiesa" almeno fin quando i guardiani della rivoluzione e i novelli giacobini, diabolicamente uniti nell' unico pactum sceleris, continueranno a scorazzare indisturbati nel santo recinto del gregge aprendo la staccionata per far entrare i lupi famelici  e mettere così in pericolo la vita delle pecore che invano cercano di svegliare il dormiente pastore.

In poche parole, parafrasando, la saggezza dei nostri vecchi potremmo consigliare : " Lasciamoli cuocere nel loro brodo ..."
Perchè questi novelli giacobini, questi "guardiani della rivoluzione" solo questo meritano : essere ignorati !
Lasciamo solo urlare i corifei della rivoluzione mondana che sanno solo pappagallescamente ripetere "Tout Va Très Bien Madame la Marquise"...


La Divina Provvidenza sta già suscitando nel  mondo laico, preoccupato per la sopravvivenza della comune Civiltà, un aiuto per ricomporre il katechon lacerato.


Una prima avvisaglia di questa "cavalleria" che il Signore invierà a soccorso di un Clero sfiduciato ed indifeso furono le legittime preoccupazioni espresse dopo le "dimissioni" di Papa Benedetto XVI dal filosofo Massimo Cacciari, una delle oneste menti  "laiche".


Seguiamo adunque quel che un Fedele ha scritto ieri su un noto social network, e facciamo nostre quelle sagge indicazioni  : 
"Se la storia è maestra... quella parte di Chiesa, sappiamo essere in  in mano a chi, finirà da sola.
La nostra battaglia deve essere la più indiretta possibile, facendo un'opera di Evangelizzazione che punti alla Salvaguardia della Verità e del Deposito della Fede.
Fare degli scontri diretti, frontali è inutile, finché i nemici di Cristo e della Chiesa così ben mimetizzati e nascosti dentro e dietro la vera Chiesa non verranno smascherati dal Padrone della Vigna.
La maggior parte dei credenti, dalle anime semplici, non riesce a comprendere preferendo seguire ciò che fa loro comodo per essere “ giustificati” da quella fazione di Chiesa, così avvezza al mondo e alle sue mode.
I Padri della Chiesa ci insegnano che i Pastori dovrebbero invece ammonire e richiamare alla retta via nel nome dell’immutabile Magistero della Chiesa..
Di certo questo non è il tempo  che possa giovare alla salvezza delle anime !
Il Vangelo è lontano ...
Prodighiamoci dunque a salvaguardare la Verità, Morale, Liturgica, Dogmatica e Dottrinale.... confidando nella giusta Misericordia di Cristo !!! "
Noi non  facciamo però mancare al Santo Padre le nostre sincere e fervide preghiere per la Sua Santa Persona e per le esigenze spirituali della Santa Chiesa Cattolica.


video

Foto 1 Forró de Natal na Missa de Natal 2014, Paróquia São Pedro - Baixo Guandu, ES ( Diocese de Colatina).


Foto 2 : Il tango in piazza San Pietro per il compleanno di Papa Francesco ( Il post )